La dimostrazione di Fuzzy World

 

Esiste un problema “classico” nell’area della gestione della conoscenza: il problema del parcheggio (Truck backer-upper):.

Si tratta di un problema che tutti gli automobilisti conoscono e cioè quello di parcheggiare un veicolo muovendosi all’indietro.

Il problema è rappresentato nella seguente figura, unitamente alle equazioni che ne governano la traiettoria.

Ovviamente, nessun essere umano si sognerebbe di applicare le formule per effettuare il parcheggio, ma ogni automobilista conosce il significato dei simboli contenuti e cioè:

 

- Distanza dal punto di parcheggio (x)

- Angolazione della macchina rispetto alla linea del parcheggio (fi)

- Angolazione di sterzo delle ruote in funzione delle due precedenti variabili (teta)

 

Se “stilizziamo” il ragionamento dell’automobilista durante le operazioni di parcheggio, tutti converranno che il ragionamento sarà:

 

SE la distanza è (poco, molto, abbastanza….) E l’angolazione è (piccola, media, grande…) ALLORA la sterzata deve essere (forte, media, lieve…)

 

Si vede immediatamente che la formula viene riportata dall’automobilista usando parole (in corsivo) anziché valori numerici (come nella formula) e che la capacità di svolgere l’azione viene appresa mediante l’esperienza (e non dall’interpretazione della formula).

E’ esattamente questo che fa FuzzyWorld: ricevendo i dati di parcheggi ben fatti (i dati dell’esperienza) è capace di generare il “ragionamento” (le regole) che gli permettono di svolgere la funzione richiesta.

FuzzyWorld si occupa dell’intero processo di trasformazione; nell’esempio presentato, i dati del parcheggio sono riportati in un foglio Excel o potrebbero essere conservati in qualunque data base per alimentare il processo di trasformazione da dati a conoscenza.

Un’ultima nota sulla nomenclatura delle reti neuro-fuzzy che vengono realizzate in FuzzyWorld:

- le variabili x e fi prendono il nome di antecedenti

- la variabile teta prende il nome di conseguente

La ragione di questa nomenclatura è immediatamente intuibile dall’ispezione delle regole, che mettono in relazione i due antecedenti con il conseguente, secondo il modello classico del sillogismo:

Socrate è un uomo; l’uomo è mortale; Socrate è mortale (SE Socrate è un uomo E l’uomo è mortale ALLORA Socrate è mortale)

 

La dimostrazione

 

 

Sede legale: Via Melzi D'Eril 29 - 20154 Milano
Sede operativa: Via F.lli Vigorelli 3, 20090 Segrate (MI) - Tel: 02 215931 Fax: 02 21593209 - R.E.A. 963939 - C.F. e P.IVA 03762430159 - Cap.Soc. 10.400 euro